News - 19 apr 2022

Sebach cambia civico: benvenuti nella nuova sede operativa.

È un momento importante, per un’azienda, quello del cambio di sede operativa. Specie se arriva 35 anni dopo l’inaugurazione di quella storica.

Andiamo con ordine. Sebach nasce nel 1987, a Certaldo. Qui l’azienda mette radici, cresce, si fa attore del territorio con numerose iniziative. Soprattutto, arriva a movimentare 70.000 bagni al giorno in tutta Italia, grazie ad una rete di 80 concessionari e più di 1500 punti noleggio: una crescita che, tra le altre cose, richiede l’avvio di un’importante campagna di assunzioni.

Così la famiglia Sebach conta oggi il 30% in più di membri, e si rende necessaria una nuova casa.

Dove ci trovi adesso?

Sebach si sposta, quindi, o almeno lo fa in parte, perché la sede storica resterà attiva per la produzione dei bagni e per tutte le attività legate ad Armal, la realtà del Gruppo impegnata nella realizzazione di bagni mobili a livello globale.

Il nostro nuovo civico si trova a Castelfiorentino.

Kit di benvenuto alla mano, 60 persone sono entrate ieri nel nuovo edificio, realizzato in piena filosofia Sebach come naturale estensione delle azioni che portiamo avanti da anni secondo una personale e radicata filosofia green. Semplici ma fondamentali parametri di sostenibilità ambientale guideranno la vita all’interno del nuovo edificio, perseguendo la riduzione dei consumi e l’approvvigionamento da fonti rinnovabili per quanto riguarda energia, acqua e materiali usati dagli uffici.

Non solo buone pratiche: il ruolo della cultura aziendale

I valori che un’azienda decide di imbracciare sono un indicatore del suo spirito e della sua attitudine, specie quando non vengono relegati a brevi paragrafi nelle dichiarazioni ufficiali, ma vengono effettivamente accolti e fatti proprio da ogni persona coinvolta nella vita aziendale.

Unitamente alle scelte di cui sopra, Sebach ha deciso di avviare una campagna di sensibilizzazione interna – già in corso nella sede storica – per i dipendenti che lavoreranno nel nuovo edificio, affinché il ricorso alle pratiche di rispetto ambientale diventi seconda natura. Anche qui, niente di trascendentale, ma azioni quotidiane e importanti: differenziazione dei rifiuti, eliminazione della plastica usa e getta, riduzione degli sprechi. E l’invito ad adottare una pianta con la quale contribuire a “decorare” spazi di lavori e ambienti comuni.

Due parole dall’amministratrice Antonella Diana

“Siamo davvero orgogliosi di poter inaugurare la nostra nuova sede. Un cambiamento che coincide con notizie positive e che abbiamo intrapreso per rendere sempre più confortevole e funzionale il luogo di lavoro per i nostri dipendenti. Da sempre, infatti, la nostra filosofia è quella di mettere le persone al centro e di avere come obiettivo una migliore qualità nella vita lavorativa di tutti. Inoltre, in un periodo complesso come quello che stiamo vivendo, il cambio di sede si traduce in una grande capacità di reagire, affrontare le difficoltà e di affermarsi ancora di più, raggiungendo traguardi di reale valore. La sede storica di Certaldo e quella nuova di Castelfiorentino saranno i nostri punti di riferimento”.